Piante ornamentali:

 

Sughera (Quercus suber)


Quercia sempreverde con portamento arboreo, chioma lassa ed espansa, longeva e sfruttata per il sughero. Originaria dell’Europa sud-occidentale e dell’Africa nord-occidentale, naturalizzata e spontanea in tutto il bacino del Mediterraneo.

Le foglie sono verdi e coriacee, di forma variabile da ovata a oblunga, tomentose sulla pagina inferiore, generalmente piccole negli ambienti secchi e più grandi in quelli freschi.

Il frutto è una ghianda ovale di colore verde quando è immatura, bruna a maturità, lunga fino a 3 cm con apice molto breve. La produzione di frutti avviene in media dopo 15-20 anni dall'impianto.

Il tronco non è quasi mai dritto ma inclinato, si divide in ramificazioni irregolari che danno origine a una chioma asimmetrica e larga. La corteccia che inizialmente è liscia e grigia si ispessisce in breve formando un ritidoma rugoso, solcato profondamente, che persiste per tutta la vita dell’albero e prende il nome di sughero. Specie termofila ed eliofila che predilige gli ambienti caldi e moderatamente siccitosi, non adatta ad ambienti con siccità estrema o soggetti a frequenti gelate invernali.

Chiudi